Togliamo Le Pandemie Dal Menu. Settimana n. 2 del progetto di distribuzione alimentare di Million Dollar Vegan del valore di $100,000

La scorsa settimana, il nostro team internazionale ha coordinato la distribuzione di cibo vegano in sei paesi fra Americhe ed Europa, e non abbiamo ancora finito. Questa settimana, abbiamo distribuito deliziosi e sani pasti vegetali a quanti in difficoltà in Messico, Brasile e Italia.

Messico

Il nostro lavoro in Messico è proseguito con la distribuzione di cibo vegetale a persone in condizioni disagiate a Playa del Carmen, Saltillo, Mexico City, Monterrey, Guadalajara e Los Cabos. Questo ha comportato un impressionante lavoro di squadra con organizzazioni del territorio, ristoranti e volontari per coordinare i loro sforzi e aiutare quanti in difficoltà.

In Playa del Carmen continuiamo a distribuire 300 pasti al giorno alla mensa solidale, per un totale di 1.740 pasti. Anche le famiglie vulnerabili in Saltillo e Los Cabos hanno ricevuto 300 pasti, e a Guadalajara, col supporto di 3 ristoranti vegani, abbiamo distribuito 400 pasti alle persone che lavorano sulla strada. In Mexico City, 500 pasti sono stati consegnati ad un rifugio per bambini senzatetto e a 35 banche del cibo nel quartiere di Nezahualcóyotl. In Monterrey, abbiamo collaborato con 7 ristoranti vegani per preparare e distribuire 750 pasti a due rifugi di migranti, a disoccupati della comunità LGBT e alle comunità emarginate di nativi presenti nella zona.

L’azione ha avuto così successo da ispirare i volontari locali ad impegnarsi a portare avanti questo “stupendo atto di generosità” anche in futuro.

Brasile

Questa settimana, l’attrice e attivista vegana Luisa Mell si è unita ai nostri volontari brasiliani per collaborare nella distribuzione di oltre 700 pasti a persone in difficoltà in Largo São Francisco.

Lavorando in collaborazione con Solidariedade Vegan (un progetto che distribuisce cibo vegano nel centro di São Paulo), Pimp My Carroça (una non-profit che aiuta le persone che traggono sostentamento dalla vendita di rifiuti ai centri di riciclo), e i monaci di una missione francescana locale, siamo stati in grado di distribuire cibo ai senzatetto di questa zona così centrale.

La nostra coordinatrice per il Brasile, Isabe, ci ha detto: “Quando siamo arrivati, la fila di persone in attesa del cibo era enorme… così tanta gente e così diversa. Mi si spezza il cuore a vedere quanti si trovano costretti a vivere in condizioni così vulnerabili”.

Insieme al cibo, i volontari hanno distribuito un volantino informativo, che spiegava che il cibo che stavano ricevendo era vegetale e perché fosse così importante per la salute umana e per minimizzare il rischio di future pandemie.

Viviana Torrico di Solidariedade Vegan ci ha confermato che questa iniziativa ha avuto un notevole impatto. “Molte persone hanno detto ai monaci che il cibo era delizioso”, ha detto. “E quando Luisa si unisce a queste iniziative è sempre un aiuto. Abbiamo ricevuto donazioni extra di sanitizzante per le mani e di cibo.”

Luisa Mell ci ha confessato d’essere “commossa” nel far parte di questo progetto. “Credo che sia l’unica cosa in grado di salvare il mondo. Dobbiamo far sì che le persone comprendano come eliminare le pandemie dal menù, così da non trovarci di nuovo ad affrontare tragedie come il coronavirus. E possiamo farlo solo cambiando alimentazione. Grazie, Million Dollar Vegan!

ITALIA

In uno dei paesi maggiormente colpiti dal coronavirus, medici e team socio-assistenziali hanno lavorato senza sosta per cercare di tenere le persone al sicuro. Siamo davvero molto felici di poter supportare questi team nel loro lavoro vitale preparando e consegnando per 9 giorni i pasti alle unità mobili e ai centri di coordinamento territoriale dell’ASL Città di Torino impegnati nel monitoraggio e nell’assistenza domiciliare dei malati, nonché ad una unità di terapia intensiva cardio-polmonare dell’Ospedale Le Molinette, da settimane in prima linea nel salvare vite.

Per farlo, abbiamo avviato una collaborazione con Luca André, fondatore, proprietario e chef del SoulKitchen. Ci ha spiegato perché ha abbracciato subito la nostra campagna #TogliamoLePandemieDalMenu. Ha detto: “Il cibo non può più essere considerato solo cibo, ma è qualcosa di più profondo e davvero rivoluzionario.”

Il nostro lavoro in Italia sta appena cominciando. Dopo la distribuzione dei pasti alle unità mobili, ai centri territoriali e in ospedale, ci sposteremo in Lombardia, dove consegneremo pacchi spesa interamente vegetali a famiglie vulnerabili, inclusi rifugiati, in collaborazione con la onlus WhiteMilkFoundation.

E c’è ancora molto altro

Il nostro lavoro per aiutare quanti hanno bisogno è già decisamente avviato, ma abbiamo altre cose in serbo, come portare il nostro aiuto alle comunità delle baraccopoli di Buenos Aires, Argentina, o alle famiglie disperate di Pune, India, e ai bambini delle scuole elementari di Addis Abeba, Etiopia.

Prova vegan per 31 giorni

Iscrivimi