Plants ON, Pandemics OFF. Settimana 1 della grande donazione di cibo vegan

Nel corso della prima settimana di maggio, in sei paesi fra il continente americano e l’Europa, Million Dollar Vegan (MDV), in collaborazione con associazioni locali e ristoranti vegan, ha iniziato a distribuire migliaia di pasti a quanti sono stati particolarmente colpiti dall’insorgenza di CoVid-19.

La non-profit, meglio conosciuta per aver offerto 1 milione di dollari in beneficenza se Papa Francesco o il Presidente degli Stati Uniti avessero scelto un’alimentazione vegetale per un mese, ha detto d’essersi sentita in dovere di agire, per aiutare quanti si sono trovati in difficoltà e mostrare il modo migliore per prevenire pandemie in futuro.

A sostenere l’iniziativa caritatevole ed educativa del gruppo vi sono diversi dottori di levatura mondiale, quali il Dr Neal Barnard, Dr Ariel Kraselnik, Dr Michael Greger e la Dr.ssa Aysha Akhtar. Invitano tutti ad adottare un’alimentazione vegetale per la propria salute, per proteggere meglio l’ambiente e per ridurre il rischio che altre devastanti malattie si diffondano da animali selvatici o d’allevamento.

STATI UNITI

A Los Angeles, la star di Hollywood nonché autrice di The Kind Diet, Alicia Silverstone si è unita al team MDV team per preparare e distribuire 700 pasti a veterani militari senzatetto. Los Angeles ha più veterani senzatetto di qualunque altra città statunitense, e si trovano ad affrontare difficoltà uniche nell’attuale situazione. Alicia ci ha detto perché era così convinta nel supportare questa iniziativa: “Uccidere animali è immorale e obsoleto, e sta uccidendo anche noi”, ha dichiarato. “Dobbiamo eliminare le pandemie dal menù, scegliendo un menù vegetale”.

I pasti vegetali, sani e immunostimolanti creati dallo Chef Kevin Tran del famoso ristorante Vinh Loi sono stati ben accolti dai veterani, che hanno dichiarato che il cibo era “incredibile”, “davvero gustoso” e “migliore di qualsiasi cosa io abbia mangiato da molto tempo”.

Il Direttore di MDV, Naomi Hallum, che ha coordinato la distribuzione alimentare di Los Angeles, ha detto: “Avremmo davvero voluto fare qualcosa di importante per i veterani statunitensi con la nostra campagna ‘Make America Healthy Again’, e questa ci è sembrata l’occasione perfetta per restituire qualcosa a quanti hanno dato così tanto al nostro paese.

BRASILE

La distribuzione di cibo ha avuto inizio anche in Brasile, questa settimana, e oltre 600 pasti sono stati preparati e distribuiti alla comunità di Moinho, l’unica favela nel centro di São Paulo. Il ristorante vegano locale Green Kitchen ha iniziato a lavorare alle prime luci dell’alba per preparare la versione vegetale delle feijoadas, piatto nazionale tanto amato.

I volontari di Projeto Novos Sonhos​, che hanno portato il cibo all’interno della favela hanno espresso la propria gratitudine a MDV per aver coordinato questa iniziativa, dicendo che vi erano molte famiglie in bisogno disperato di cibo. Anche l’attrice ed attivista Luisa Mell ha offerto il suo supporto, scrivendo su Instagram: “Sono molto emozionata dal far parte di quest’azione. Le persone sanno quanto io sia sensibile al discorso animali, ma mi sento anche disperata quando vedo persone soffrire così di fame.” Luisa si unirà al team di MDV Brasile nelle prossime settimane per distribuire cibo ad altre comunità vulnerabili nella più grande città del paese.

MESSICO

Anche la distribuzione in Messico ha avuto luogo in Playa del Carmen, una località dipendente dal turismo e inevitabilmente colpita duramente dal CoVid-19, con migliaia di persone rimaste senza lavoro. Tre locali vegani hanno preparato 1.000 pasti vegetali, che sono stati distribuiti dai volontari di Casa Animal, il primo community centre vegano del paese.

Jessica Gonzalez Castro di MDV Messico ha raccontato di un turbinio di emozioni nel vedere che la fila per il cibo era così lunga, che tutti i pasti sono stati consegnati in appena 30 minuti. Più tardi, nel corso della stessa giornata, il team ha consegnato cibo ad una comunità vulnerabile della città, talmente povera da avere case costruite con i rifiuti. Al loro arrivo, gruppi di bambini sono corsi loro incontro per prendere il cibo. Una bimbetta è tornata di corsa verso la sua casa, saltellando e cantando con gioia mentre stringeva fra le mani un semplice burrito e una banana. Jessica racconta: “Quando ce ne siamo andati, ci hanno gridato dalle case “grazie di cuore”! Nonostante la tristezza, questa comunità ci ha regalato un grande sorriso.”

FRANCIA

Dal lato opposto dell’oceano, in Europa, MDV ha collaborato con il ristoratore parigino Antoine, il cui ristorante vegano Les Bols d’Antoine aveva iniziato a preparare cibo per i senzatetto della città e il personale sanitario di prima linea fin dall’inizio della pandemia. Col sostegno di MDV è stato in grado di offrire ulteriori 1200 pasti per le persone bisognose. Antoine ci ha detto: “Quando hanno chiuso i ristoranti sono stato depresso per due giorni, poi sono tornato ai fornelli e ho richiamato la mia squadra, e abbiamo iniziato a preparare pasti per le persone bisognose della zona.”

Una infermiera dell’Hôpital Saint-Louis ha espresso la sua gratitudine per il cibo offerto. “Siamo molto commossi, perché qui in ospedale è davvero dura e questo gesto ci ha colpiti molto. È stato il piccolo momento di felicità che ha reso possibile la giornata. Ha ricaricato le batterie, ci ha commosso. Siamo davvero molto, molto grati. Ed era anche buonissimo!

Antoine ci ha raccontato quanto questa esperienza lo abbia cambiato: “La vita non può tornare ad essere quella che era prima. Sto pensando sempre più spesso di dedicare il mio ristorante alla beneficenza una volta a settimana. È prendendoci cura gli uni degli altri che possiamo cambiare il mondo.”

SPAGNA

Nella capitale spagnola Madrid, i poteri logistici di MDV sono stati messi alla prova: il nostro team ha infatti coordinato il lavoro di sette ristoranti vegani, impegnati nella preparazione dei pasti, di tre produttori di detergenti per la persona e di una pasticceria vegana, per offrire 700 pasti e sanitizzanti per le mani a otto ospedali e un ricovero per anziani della città.

I fondatori di uno dei ristoranti, il Fantastic V ci hanno detto d’essere stati davvero felici di partecipare. “Abbiamo aderito alla campagna perché oggi più che mai ci troviamo ad affrontare un momento in cui tutti dobbiamo aiutare ed essere consapevoli dell’importanza della collaborazione” hanno detto. “Dobbiamo comprendere che se ognuno di noi farà la sua parte, ne usciremo tutti più forti, più vicini e migliori.”

Isabel Entrecanales, che ha fondato Plantarse si è occupata di consegnare il cibo allo staff dell’ospedale Virgen de la Torre. Ha detto: “È stato emozionante incontrare medici e infermieri, ascoltare direttamente da loro quello che hanno dovuto affrontare e ringraziarli personalmente per tutto quello che hanno fatto per noi.

Anche il feedback dallo staff medico che ha ricevuto il cibo è stato positivo. “Grazie di cuore, Million Dollar Vegan, per sostenerci in questi momenti difficili,” ha detto il Dr. Rafa Carretero dell’ospedale di Mostoles. “Il cibo era davvero delizioso e ha sollevato il morale in un momento in cui ne avevamo davvero bisogno.”

REGNO UNITO

A London, MDV ha unito le forze con l’associazione benefica vegan Made in Hackney, che aveva sospeso le proprie lezioni di cucina vegetale con lo scoppio della pandemia, per sostituirlo con un servizio di pasti gratuiti alle persone più vulnerabili della comunità limitrofa.

L’attrice premio oscar Olivia Colman si è unita all’associazione per aiutare nel preparare e consegnare in bicicletta 100 tagine arcobaleno vegetali, e ha sorpreso le persone che aprivano la porta e si trovavano la star a consegnare loro il pasto.

La fondatrice di Made in Hackney, Sarah Bentley, ha parlato dell’impatto della sua associazione.
Una famiglia ci ha confessato che quando siamo arrivati erano ormai al terzo giorno senza cibo. Avevano fatto richiesta per i sussidi, ma non erano arrivati.”

Con il supporto di MDV, Made in Hackney è stato in grado di preparare e distribuire altri 3.800 pasti, e di aiutare persone che in precedenza non erano riusciti ad aiutare.


Naomi Hallum, Direttore di Million Dollar Vegan, è molto soddisfatta con i risultati della prima fase della distribuzione alimentare internazionale. “La pandemia da coronavirus – come molte altre prima di questa – sta portando tragedia in molte famiglie in tutto il mondo,” ha detto. “È importante per noi fare ciò che è in nostro potere per aiutare quanti in questo momento si trovano maggiormente esposti. Il nostro incredibile team internazionale, i nostri sostenitori, amici e partner hanno reso possibile tutto questo, e siamo così grati di averli a bordo. Eppure, il valore maggiore del nostro lavoro è nell’informare, nel rivelare come e perché emergano queste pandemie, nel mostrare la distruzione inflitta al nostro pianeta e ai nostri corpi quando scegliamo prodotti di origine animale, e condividendo e dimostrando che esiste una via migliore.”

Il progetto di distribuzione alimentare di Million Dollar Vegan Plants ON Pandemics OFF continuerà per tutto il mese di maggio, con ulteriori consegne di cibo vegetale nei quattro continenti.

Prova vegan per 31 giorni

Iscrivimi